Andare in bicicletta è un toccasana per il sesso maschile

Andare in bicicletta è un toccasana per il sesso maschile

Il sellino del mezzo di trasporto a due ruote è stato scagionato dall’essere colpevole di pregiudicare la salute di pene e testicoli, nonché delle performance sessuali e soprattutto delle dimensioni ridotte: i risultati della ricerca su 4mila ciclisti amatoriali e altri giovani e prestanti sportivi.

Ciclismo non danneggia il pene

Se sei un amante della bicicletta e non vedi l’ora che spunti un raggio di sole per montare in sella e fare una lunga pedalata, non devi sentirti in colpa se non riesci a montare come si deve la tua partner. Uno studio pubblicato sull’autorevole rivista medica Journal of Urology rivela che il sellino tipico delle bike non è nemico del membro e dei testicoli, anzi. I benefici della bicicletta sulla salute maschile sono superiori agli eventuali rischi correlati all’anatomia maschile e alla forma della sella, parola di urologi inglesi. Si è voluto indagare, usufruendo della disponibilità di alcuni atleti sportivi, se sono veritiere le conseguenze della seduta sulle attività sessuali e sull’eventuale non allungamento del pene, vale a dire il suo ritiro. Infatti, tra le leggende metropolitane che dipingono il ciclismo come lo sport degli impotenti e dei castrati, spunta anche la diceria che la pedalata provoca lo sfregamento dell’asta, costringendo il membro a ritirarsi e quindi a perdere centimetri preziosi. Praticamente, secondo i grandi sex performers, se si vuole fare sesso è meglio evitare sport che danneggiano il cazzo.

Sellino duro, attenzione all’uretra

Insomma, se di duro si ha solo il sellino, ci sarebbero altri fattori non strettamente correlata al fatto che l’apparato genitale maschile sia costantemente in contatto con la sella, né tantomeno i pantaloni da ciclista possono essere incriminati per questi problemi, a meno che non si indossano a ogni ora del giorno e della notte. La disfunzione erettile non viene quindi favorita dall’andare in bicicletta, e per dimostrare l’innocenza di questo sport e dei suoi attrezzi, si sono sottoposti ai vari esami la bellezza di 4mila uomini sportivi, i quali praticano diverse discipline sportive come appunto ciclismo, nuoto o corsa. La conclusione a cui sono arrivati gli esperti è che anomalie e benefici non sono diversi da qualunque attività sportiva, nonostante i testicoli non vengano sottoposti a sollecitazioni come avviene utilizzando la bici. Una conferma, comunque, è arrivata: chi pratica ciclismo è più soggetto a sviluppare la cosiddetta stenosi dell’uretra. Significa che il canale in cui passa l’urina e che collega la vescica all’esterno, attraversando prostate e pene e che serve anche a spruzzare lo sperma, potrebbe restringersi di diametro e ci vuole un intervento chirurgico, simile a quello di allungamento del pene, per risolvere definitivamente il problema. L’intorpidimento dei genitali esterni tipico dei ciclisti è una condizione normale, quindi, ma che non pregiudica o segnala delle problematiche di salute serie, anche perché la condizione è risultata tipica di chi è ciclista occasionale, quindi non abituato a stare tanto tempo sul sellino. Quindi, se si vogliono delle palle sensibili  ma non addormentate, meglio iniziare a pedalare più spesso.

I benefici del ciclismo

Del resto, la bicicletta ormai è diventata un must have in città, visto che salva dal traffico cittadino e, per chi ama coniugare utile al dilettevole, ama pedalare per le varie ciclovie d’Italia, alcune di esse una vera scoperta. Fare ciclismo significa salvaguardare la salute cardiovascolare e avere un basso impatto sulle articolazioni. Uomini, invece di dare la colpa alla bici per le dimensioni ridotte dove non batte il sole, iniziate a fare più sesso se volete asta e testicoli sempre attivi e reattivi. Chi non è dotato per colpa di Madre Natura può pensare a dei metodi alternativi per far crescere i genitali, tenendo presente che l’allungamento pene mediante chirurgia è un intervento molto serio, tanto che recentemente un uomo ha perso la vita per recuperare i centimetri in quella zona.

Lascia un commento